Pagine

lunedì 6 agosto 2012

dukan XII - considerazioni finali

non voglio abbandonare l'argomento senza aver fatto delle considerazioni che, sinceramente, mi stanno ferme in gola e devo far uscir fuori.

la dukan, in sé, non fa diventare aggressivi. è la gente che ti circonda mentre la fai, che fa questo effetto!
ci sono principalmente due tipi di persone che uno durante questa dieta dovrebbe evitare di frequentare: quelli che rompono il cazzo perché "fa male", detto ovviamente per sentito dire perché neanche sanno realmente di cosa si tratti, né minimamente come tu la stia facendo, ovvero come, cosa e quanto tu stia mangiando (per dire, nella terza fase, che è la più lunga, si mangia in maniera più che salutare, a patto di stare attenti alle uova e alla carne rossa, che comunque è una regola di buon senso che andrebbe seguita sempre... ma figuriamoci se si interessano di saperlo). però dall'alto della loro infinita saggezza si sentono pienamente in diritto di sputare sentenze e frantumare i coglioni a qualsiasi occasione, ad esempio quando lamenti un dolore, o un malessere di qualche tipo, dicendoti che è sicuramente colpa "della dieta del cazzo che stai facendo", ignorando bellamente qualsiasi altra possibile causa. tanto per dire, io è un mese che non dormo più di 4 ore a notte per via di odino, inoltre fa un caldo schifoso ed io non sono mai stata in grado di sopportarlo, e ho le ginocchia che mi fanno male ormai da anni, ma se per caso mi sento male (e non è che sia una cosa frequente, anzi) non è sicuramente mai né colpa della stanchezza, né del caldo. nossignore, è colpa della dukan, così come se sento male alle ginocchia a scendere le scale. certo. piove, è colpa della dukan. non trovo lavoro, è colpa della dukan.
...il fatto che invece mi senta in forma come mai prima d'ora è puramente casuale.
l'altro tipo di persona da evitare per non finire all'ergastolo è quella ogni volta che dici "non posso", ti dice "eddai, fai uno strappo", per cui la tua dieta dovrebbe essere fatta unicamente di strappi. NO, se dico "no", significa "no"; e se mi sto dando delle regole è perché ho deciso di seguirle, e così non mi aiuti, non mi fai piacere, non mi rispetti, mi rompi soltanto i coglioni e giri il coltello nella piaga del "non posso", quindi ringrazia se non ti mando affanculo.

per finire, come ho già detto: "fa male" solamente se la si fa per troppo tempo e senza usare il cervello.
e se si frequenta la gente sbagliata: quella sì che rovina il fegato.

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...