Pagine

sabato 17 aprile 2010

richard p. feynman, sei pezzi facili

oddiomàmma, e questi sono quelli facili?
la prima parte del libro, o meglio delle lezioni di fisica di feynman, è molto divulgativa, all'inizio mi era sembrata pure "troppo"... povera sciocchina! leggere il libro diventa mano a mano più complicato, soprattutto se come me non si hanno determinate basi (ho fatto il classico e ho pure studiato pochissimo, le materie scientifiche poi, quasi per niente). io ho avuto bisogno di una mano.
ciò non toglie che sia una lettura fantastica, affascinante, interessantissima, e anche molto scorrevole, tutto considerato... insomma, se poi mi sono comprata anche i "sei pezzi meno facili" un motivo ci sarà. ...anche se non so nemmeno se sarò mai in grado di leggerlo.

douglas a. anderson, tales before tolkien

si tratta di una raccolta di racconti che hanno o si pensa possano aver influenzato tolkien.
ce ne sono alcuni il cui valore secondo me è abbastanza discutibile, ed altri veramente bellissimi, ma in generale la media è abbastanza alta.
una lettura molto piacevole.

isaac asimov, nemesis

a volte mi chiedo cosa mi ostino a fare a recensire i libri di asimov, visto che alla fine sono ripetitiva. m'è piaciuto pure questo, guarda un po'!
c'è poca azione, e so che qualcuno lo ha trovato "lento"... mah, a me non è parso proprio che questi problemi si ponessero, infatti ci avrò messo sì e no il solito giorno e mezzo a leggerlo; ma bisogna dire che si tratta di un genere e di un autore che incontrano molto facilmente il mio gusto.
l'ho trovata una storia molto dolce, è una lettura che sicuramente consiglio.

venerdì 16 aprile 2010

isaac asimov, abissi d'acciaio

beh, indubbiamente un bel libro!
asimov descrive in questo romanzo la terra come un pianeta sovrappopolato, in cui uomini e donne vivono a stretto contatto gli uni con gli altri nelle città, che altro non sono diventate che claustrofobiche megalopoli in cui ogni centimetro di spazio è prezioso, il cielo e l'aria aperta sono quasi sconosciuti, più simili ad alveari che a vere e proprie città, e nelle quali la vita è organizzata in una specie di catena continua.
la storia gira intorno all'investigazione su un omicidio, condotta da una coppia insolita: il terrestre elijah baley affiancato da un robot, r. daneel olivaw, ma quello che affascina è la descrizione del "conflitto" e le differenze tra cervello umano e cervello positronico, nonché la psicologia dei personaggi, il tuitto descritto e caratterizzato da asimov in maniera a dir poco sublime.
devo aggiungere che mi è piaciuto o si capisce ugualmente?

angelo mojetta, il pianeta azzurro

un libro che fa scoprire un mondo meraviglioso: il nostro, e più nello specifico la parte che difatto probabilmente conosciamo meno: i mari e gli oceani; come si sono formati, come si comportano, la vita che nascondono, come e perché interessarsene ed averne cura.
bello! so che è il primo di una serie di libri dedicati al mare, sono curiosa di leggere gli altri.

martedì 13 aprile 2010

secondomé

gli ABBA sono nati per rendere il mondo un posto più vivibile.
voglio più ABBA nella mia vita!

sabato 3 aprile 2010

twilight

ok, ne parlano tutti, tutti l'hanno letto oppure visto, c'è chi lo ama e chi lo odia.
stanca di non poter dire la mia, mi sono decisa quantomeno a provare a guardare il film.

...

madonna che cagata.


va detto che partivo prevenuta, eh...

ma è una cagata uguale.
sotto più o meno ogni punto di vista.


tanto per dirne una, diamo uno sguardo al primo incontro dei due mentecatti: lei arriva, è sotto vento, lui sente il suo odore, subito ha i conati di vomito. BOIA CHE ROMANTICO!

...ma veramente le ragazzine si sbrodolano per sta roba?!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...