Pagine

lunedì 13 novembre 2006

eh...

un po' di aggiornamenti, che è un po' che non scrivo qui! tanto per cominciare il mio blog è diventato uno di tre!

infatti ho creato anche il nido della gazza e le ali della gazza, rispettivamente per i lavoretti e per il disegno (sì, ma qualcuno ci vada ogni tanto, non se lo caga nessuno questo! sigh!); motivo per cui, tra l'altro, mi sa che toglierò un bel po' di roba dall'album che c'è qui.

per il resto boh... ehm... mi sto trasferendo a perugia.

 

 

 

:)

venerdì 10 novembre 2006

ausonia, pinocchio

questo fumetto è uscito da pochi giorni, è stato presentato a lucca, dove pare abbia avuto gran successo: voci mi dicono che ha venduto più di skydoll e del maser di frezzato alle rispettive presentazioni. io lo "conosco" da più o meno un anno e mezzo, perché l'autore era uno degli insegnati alla scuola di comics, nonché uno dei pochi con cui sono riuscita a lavorare decentemente (e a non inca**armi) lo scorso anno.
la storia è quella di pinocchio, è quella che tutti conosciamo, ma allo stesso tempo ne è l'opposto: pinocchio è un pezzo di carne parlante in un mondo di burattini, e gli cresce il naso quando dice la verità. è un pinocchio allo specchio, un pinocchio riveduto e corretto, ravveduto e corrotto. questo è il sito dedicato al fumetto, e nell'"introduzione" è tutto spiegato molto meglio di come possa riuscire a farlo io.
oltre alla storia, che merita più di una lettura, anche il disegno è molto particolare: i toni sono spesso scuri, e i colori sono molto armoniosi, anche nei forti contrasti; ma soprattutto la tecnica usata è qualcosa che personalmente non ho mai visto prima: le tavole sono disegnate su cartoncino grigio e le luci sono date sulla tavola con matita bianca, così che la colorazione, seppur fatta a photoshop, risulta meno "finta", più particolare, viva, vibrante.
forse alla fiera l'avete visto, sfogliato.. spero che qualcuno l'abbia anche comprato, perchè secondo me vale la pena!

neil gaiman & dave mckean, violent cases

è uno dei lavori più vecchi, più "acerbi" di gaiman & mckean, e se si è abituati a quelli successivi, questo qui non sembra trai migliori, o meglio: non ha lo stesso tipo di impatto. ciò non toglie che sia senza dubbio un gran fumetto. racconta i ricordi di un uomo adulto, di quando da bambino si è trovato faccia faccia con la violenza. ha tutto il sapore dei ricordi, e dei sogni, e delle cose viste attraverso gli occhi di un bambino: in questo la coppia gaiman mckean riesce sempre a fare scintille, sembra quasi che pensino con una testa sola!

neil gaiman & dave mckean, black orchid

un fumetto al contrario. non è un fumetto a lieto fine, è proprio un fumetto alla rovescia. il dramma è all'inizio, e invece di svilupparsi va risolvendosi. nonostante le "regole" siano stravolte riesce comunque a fare innamorare. può lasciare un po' un retrogusto strano, perchè appunto da un fumetto solitamente ti aspetti che la storia segua un certo filo, vada verso certe direzioni... ma black orchid non lo fa, per questo penso che come a me è piaciuto tantissimo quacun altro potrebbe trovarlo orribile.

stephen larsen, l'immaginazione mitica

un libro più difficile di quanto la copertina con le fate non lo faccia sembrare! per leggerlo senza addormentarsi :P e capendo tutto ci vogliono delle nozioni di psicologia che personalmente non ho. ciò nondimeno, l'ho trovato molto interessante: parla delle forme mitiche della psiche, di come si ritrovino in diverse forme e in diverse culture. è affascinante anche come in questo modo psicologia e spiritualità vengano ad intrecciarsi in alcune parti del libro. però, ripeto, non l'ho trovato un libro facile.

mercoledì 8 novembre 2006

jean markale, santi o eretici? l'enigma dei catari

non è il primo libro di jean markale che leggo. devo dire che questo autore mi piace molto! questo libro illustra la storia dei catari, ma soprattutto la loro filosofia. ed è proprio la parte in cui questa viene analizzata, messa a confronto con quelle di altri movimenti, che mi è piaciuta di più! non è mai barboso, ma fa capire tutto senza problemi nè fatica. markale ha questo modo di spiegare le cose in amniera semplice, chiara, lineare... è un piacere leggerlo!

george orwell, la fattoria degli animali

riguardo a questo libro se devo essere sincera sono combattuta: penso che diverse persone dovrebbero leggerlo, così come penso che però ci leggerebbero solo quello che gli pare. a me personalmente non ha cambiato niente, ma lo reputo una buona lettura, anche se preferisco 1984.

mara bertona, il grande libro dell'aromaterapia e aromacosmesi

ecco, questo libro l'ho amato!! inizia con un po' di storia dell'aromaterapia, interessantissima, e poi descrive i vari usi delle essenze, con molte belle ricettine, e finisce con la descrizione dettagliata di moltissimi importanti olii essenziali, analizzati uno per uno. bello, bello, bello!

isaac asimov, fondazione (prima trilogia)

in realtà sarebbe più opportuna una recensione per ogni singolo libro, ma così si fa più veloce! il fatto è che i tre libri mi sono piaciuti in maniera diversa. il primo, "fondazione", è bellissimo, è un capolavoro. il secondo, "fondazione e impero", mi è piaciuto di meno: quello che doveva essere il grosso colpo di scena del finale l'avevo già anticipato a metà libro, ma tutto sommato è stata una bella lettura; il terzo, "seconda fondazione" mi è piaciuto ancora meno... carino, ma troppo scontato per essere di asimov. insomma, quelli dopo (che per altro sono stati scritti moooolto più tardi) non credo li leggerò, già stefano mi ha detto che sono un po' peggio di questi...!

cleto gambioli, curarsi con erbe e piante

è un piccolo libro tascabile con la descrizione di molte piante, delle loro proprietà, di dove e quando si possono trovare, delle parti interessanti per la raccolta e via dicendo. contiene inoltre diverse riccette per tisane, elisir e impacchi. piccolo ma ricco di informazioni!

martedì 7 novembre 2006

neil gaiman, smoke and mirrors

l'ho amato! è una raccolta di racconti brevi di neil gaiman, in cui si può trovare un po' di tutto, alcuni sono quasi esercizi tecnici (per così dire). spesso e volentieri è un gaiman diverso dal solito, se possibile più cupo e meno sognatore. ci sono delle storie che fanno rabbrividire, e in generale sono quelle che ho apprezzato di più! non dico altro, è da leggere!!

PS: ovviamente non è edito in italia, bisogna trovarlo e leggerselo in inglese.

montanelli e cervi, l'italia del millennio

riassumere un millennio di storia in 500 pagine non è uno scherzo. è un libro per chi come me (lo ammetto) non si è appassionato abbastanza alla storia negli anni di scuola e vuole colmare le proprie (enormi) lacune. devo dire però che dà proprio un'infarinatura generale, e per forza di cose sorvola su alcuni fatti ed argomenti. e se me ne sono accorta io...

per il resto è una questione di gusti! a me dal 1600 in poi ha cominciato a stare sullo stomaco, ma non è una colpa del libro, piuttosto della storia!

brian fagan, le origini degli dei

un libro un po' pesante e tutt'altro che semplice ma molto interessante ed affascinante. è uno studio archeologico accurato sull'evoluzione della spiritualità in molte civiltà antiche, e di come si possano recuperare dati in proposito partendo dagli oggetti di ogni giorno, dall'architettura, e quindi anche da reperti che poco hanno a che fare con la religione e la spiritualità.

gary faigin, come disegnare le espressioni del viso

ottimo libro; non semplice, in quanto studia molto accuratamente i principali muscoli responsabli delle espressioni facciali, come funzionano, quando si "azionano", eccetera. dà anche consigli specifici su come è meglio disegnare certe espressioni, ma trovo che sia molto più interessante lo studio del comportamento dei muscoli, in quanto una volta capito (e anche memorizzato almeno un po') il modo in cui si comportano a seconda delle occasioni, trovo che poi uno possa facilmente trovare una propria sintesi per riprodurre le "smorfie" umane.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...