Pagine

sabato 17 dicembre 2005

paul jenkins, bill jemas, joe quesada, andy kubert: wolverine: origini

è la seconda volta che lo leggo, stavolta in italiano, e non ci posso fare niente: non mi piace.

tanto per cominciare lo svelare le origini di wolverine mi dà come la sensazione di un segreto inviolabile che viene profanato... ma anche il modo in cui è stato fatto non mi piace. manca grossa parte della sua storia, e vabbe', è giusto che almeno un po' di mistero rimanga... ma certe cose, tante, mi sono parse proprio tristine!

oltretutto non mi fa impazzire andy kubert!

marjane satrapi: persepolis

il primo fumetto iraniano è un capolavoro.

è la storia dell'autrice, la storia della rivoluzione islamica vista attraverso i suoi occhi di bambina e adolescente, ed una testimonianza delle differenze culturali con l'europa. è una racconto personale, intimo, disegnato in maniera semplice, con bianchi e neri netti, di una grande efficacia.

dovrebbero leggerlo tutti.

mark waid & alex ross: kingdom come

mah, che dire? se devo essere sincera mi è sembrato il tentativo della DC di creare una specie di "marvels"... con la differenza che marvel è un fumetto meraviglioso, e questo... mah! a me ha lasciato l'amaro in bocca. o meglio: non mi ha saputo dare molto. i disegni di alex ross è superfluo commentarli, sono semplicemente incredibili. però ho trovato che il fumetto, per il resto, sia abbastanza trascurabile.

isaac asimov: tutti i racconti vol. 1/1

si tratta di parte di una raccolta (che io sappia neanche completa) di racconti di asimov. ad essere sincera in linea di massima ho preferito quelli di io, robot, ma qui ce ne sono comunque di davvero notevoli, come ad esempio l'ultima domanda, o la tromba del giudizio, o ancora il brutto ragazzetto... non dico che questa serie di racconti non mi sia piaciuta, anzi! però ho preferito l'altra. semplicemente.

desmond morris: l'occhio nudo

personalmente l'ho trovato divertentissimo, e molto interessante, ma forse un po' poco approfondito. del resto è un insieme di annotazioni delle impressioni che l'autore desmond morris ha ricevuto da varie popolazioni e dalle loro culture nei suoi viaggi in giro per il mondo. non mancano aneddoti esilaranti dietro ai quali si cela una grande cultura e una grande capacità di osservazione.

martin bauer: il mistero dei templari

un ottimo libro per avvicinarsi alla storia dei templari. l'ho apprezzato soprattutto per l'onestà intellettuale dell'autore, che lungi dal cercare di creare misteri laddove non ve ne sono, e lungi dal mitizzare l'ordine, cerca di esporre i fatti con obiettività e presenta diverse teorie di altri autori, lasciando, grazie al cielo, il giudizio al lettore.

sabato 1 ottobre 2005

kappa



questo lo devo mettere:

 

 

PS: non ci credo... non mi fa postare il messaggio perchè dice: "Il commento utilizza linguaggio volgare. Elimina le espressioni volgari dal commento." a quale delle quattro parole questo, lo, devo e mettere si riferirà? o.0

scoperto! non gli piaceva il titolo, ci avevo messo tre k. lo sapevate che le tre k sono volgari?

lunedì 19 settembre 2005

un piccolo esperimento

voglio fare una prova. rendere questo spazio pubblico per un po'.

solo per un po', perchè so già che la cosa non mi piacerà e tornerò molto presto indietro.

voglio solo vedere cosa succede.

domenica 18 settembre 2005

a casa...

...finalmente! sono quasi due mesi che non metto piede qui!
quando sono entrata la gatta mi ha guardata come dire "e te che cazzo ci fai qui!?" ...mi è mancata tantissimo, me la sono anche sognata di notte, più di una volta.

non mi dispiace essere di nuovo qua. poter poggiare i piedi nudi per terra, poter lasciare la mia roba in bagno senza la paura che qualcuno di estremamente sporco e poco rispettoso la possa usare... e tante altre cose per cui a perugia, se non fosse per stefano, non passerei più di 5 minuti. comincio ad odiare selvaggiamente quella casa.

carl gustav jung: psicoanalisi o psicologia analitica

si tratta di un'intervista a jung a cura di richard evans e con una replica di ernest jones, grande sostenitore di freud e autore di una sua biografia.

l'intervista a jung è una letture chiarificante, piacevole ed interessante, e jung , qui più "umano", dimostra di essere, oltre che una persona di rara intelligenza, di grande carattere.

al contrario ernet jones fa una pessima figura, sembre che sostenga le sue tesi più per fede che per reali studi e ragionamenti; chissà, forse era segretamente innamorato di freud...

sigmund freud: psicoanalisi dell'arte e della letteratura

il libro contiene 7 brevi saggi, o meglio studi, riguardanti l'arte:

risposta a un questionario sulla lettura e sui buoni libri

il poeta e la fantasia

un ricordo d'infanzia di leonardo da vinci

il motivo della scelta degli scrigni

il mosè di michelangelo

un ricordo d'infanzia da poesia e verità di goethe

il perturbante

ho trovato i saggi molto interessanti, alcuni più di altri: in particolare l'ultimo mi è parso piuttosto pesante e contorto, mentre altri erano più ricchi e di più semplice lettura. oltre ad essere interessante per le tematiche trattate, lo è anche per conoscere l'analisi freudiana.

non dimentichiamoci che seppure le sue tesi, i suoi metodi e le sue idee possano oggi, alla luce di più approfonditi sudi essere considerati discutibili, freud è stato indubbiamente un genio.

isaac asimov: io, robot

mi vergogno ad ammetterlo, ma è la prima volta che leggo qualcosa di asimov: è uno di quegli autori la cui lettura ho rimandato per troppo tempo! ho letto il libro nell'edizione mondadori, che non contiene i commenti dell'autore, che mi è stato detto sono presenti in altre edizioni. un vero peccato.

comunque sia, "io, robot" è una raccolta di racconti a dir poco geniali, non saprei in quale altro modo descriverli! si intuisce subito che asimov ha creato un suo universo, e si comincia in questo libro (se, come per me, è una prima lettura), a conoscerne i particolari protagonsti.

ora voglio leggere tutto il resto! :)

miranda jane green: miti celtici

un piccolo libro ben strutturato e molto interessante, breve ma ricco di informazioni; fatto bene, insomma, ma lo consiglierei solo a chi è interessato alla cultura celtica.

george r. martin: il trono di spade

un fantasy di "nuova generazione" che mi ha tutto sommato lasciato una buona impressinoe, al contrario tantissimi nomi illustri (chi mi conosce sa che non mi riferisco a tolkien ;P). in questa edizione purtroppo possiamo leggere solo la prima metà del primo libro di martin, nonostante non sia scritto da nessuna parte, cosa che trovo gavissima da parte della mondadori. la trama, in questa prima metà del primo capitolo di una lunga saga, sembra essere molto ben studiata, i dialoghi e la recitazione dei personaggi sono molto validi, forse sono una delle caratteristiche del modo di scrivere dell'autore che mi ha colpità di più. l'unica pecca che ho riscontrato, ma credo che sia dovuta al fatto che come ho detto questa è una piccola parte dell'opera, sta però proprio nei personaggi, nella loro essenza (come ho detto, non nella loro recitazione): mi sono sembrati tutti molto stereotipati, e mi è dispiaciuto molto riscontrare un simile difetto in un libro come questo, che per altri versi è ben più che valido.

aspetto di leggere gli altri libri.

lunedì 8 agosto 2005

wishlist

I wish I was a neutron bomb, for once I could go off
I wish I was a sacrifice but somehow still lived on
I wish I was a sentimental ornament you hung on
The christmas tree, I wish I was the star that went on top
I wish I was the evidence, I wish I was the grounds
For 50 million hands upraised and open toward the sky


I wish I was a sailor with someone who waited for me
I wish I was as fortunate, as fortunate as me
I wish I was a messenger and all the news was good
I wish I was the full moon shining off a camaro’s hood


I wish I was an alien at home behind the sun
I wish I was the souvenir you kept your house key on
I wish I was the pedal brake that you depended on
I wish I was the verb ’to trust’ and never let you down


I wish I was a radio song, the one that you turned up
I wish...
I wish...


 


(pearl jam)

sabato 6 agosto 2005

mariano bizzarri: rennes le chateau. dal vangelo perduto dei cainiti alle sette segrete

non è esattamente un libro da leggere per primo, riguardo a rennes le chateau, perchè l'autore parte da due presupposti: che tu conosca già per bene le vicende, e che tu abbia letto il suo precedente libro. un grande limite all'obiettività dell'autore, secondo me, è di essere un massone ed un fervente cattolico. sulle sue tesi teorie e fonti non mi pronuncio, non essendo un'esperta, ma sono molto interessanti.

lettura un po' pesante, corredata da una quantità invereconda di errori di stampa, di ortografia e di punteggiatura. probabilmente è anche l'edizione a non essere delle migliori, ma per 15 euro potevano dedicarci una mezz'oretta in più.

harold s.kushner: nessuno ci chiede di essere perfetti nemmeno dio

non è il tipo di libro che di solito mi attira, ma mi è stato regalato, e un motivo doveva esserci. offre interessanti spunti di riflessione sui propri atteggiamenti, e su alcuni importanti passi della bibbia, permettendo di leggerli ed interpretarli in un'ottica diversa.

l'autore è un rabbino americano. veramente tanto americano.

montanelli e cervi: l'italia del novecento

una descrizione lucida, forse non troppo dettagliata (ma stiamo perlando del novecento!) della storia d'italia che si legge come un romanzo. mi sembra un po' buffo mettermi a descrivere come può essere un libro di indro montanelli, detto fra noi! :)

neil gaiman & terry pratchett: good omens

è un libro a dir poco meraviglioso, non so come descriverlo! purtroppo in italia non è stato ancora tradotto, quindi tocca farselo spedire in inglese... ma è veramente una chicca imperdibile!

A R A N C I O

ooooh, ovvia! cambiamo tutto!

mi sono rotta i coglioni!

da adesso,

 

FIORELLONI ARANCIONI!

 

 

...chi mi conosce non ci crederebbe.

e invece attaccatevi, è così, voglio spararvi negli occhi i miei fiorelloni arancioni, cheppalle!

baaaaasta!

basta co sto nero, sti colori scuri, smorti, sto tristume... mi sono venuta a noia. definitivamente.

devo ancora riusire a trovare il coraggio di farli venire fuori, sti fiorelloni arancioni, ma ci sto provando.

eppoi ho duisordinato di nuovo questa pagina, adesso tutti possono vedere e ammorbarsi col mio bel faccione! tra 10 minuti potrei cambiare tutto di nuovo.

ho trovato un bel blog, girando, si chiama RiabilitazionePsicoMotoria. io l'ho trovato molto carino e interessante, personalmente!

 

msn spaces... non mi dispiace questo posto. intendo dire soprattutto questa mia pagina... non perchè mi piaccia in sè per sè, ma perchè è come un angolino molto personale, un posto dove fare un po' di casino senza rompere a nessuno... avevo aperto un coso (scatoloni accatastati) anche su splinder, ma non era uguale... dalla mia pagina ci passavano cani e porci, e mi dava un po' fastidio. d'altro canto, però, non mi andava di renderlo privato, perchè in quel caso non avrebbe avuto senso creare un blog. però qui è diverso... posso fare in modo che lo vedano solo i miei contatti di msn, perciò di qui non passa praticamente nessuno, e se passa qualcuno è qualcuno che più o meno conosco. e va bene, va benissimo così! è un po' come se chi passa di qui dicesse "andiamo a trovare la gaia".

forse non è così, ma per ora questa è la mia sensazione.

eppoi su splinder non c'erano i fiorelloni arancioni.

 

stavo notando che i commenti ai libri sono un po' lunghi, mi sa che d'ora in poi nell'elenco metto solo i titoli e i commenti li metto qui.

se mi viene voglia.

lunedì 18 luglio 2005

alè!

28!

dopo quasi mezzo mese che sono usciti i risultati, oggi mi sono degnata di andarli a vedere.. ebbene... 28/30!

incredibilmente era il voto che mi aspettavo!

ma non solo! hanno arrotondato per difetto, altrimenti era 29!

chebbellezza!

tra le altre cose sono stata contattata dal commissario esterno dell'esame, editore della indypresscomics... non mi sembra vero...

poi... ho il computer nuovo che è una chicca, è meraviglioso! ho pure trovato un case bello!

venerdì 13 maggio 2005

finito! :D

finito, l'ho finito!

ho finito il mio primo acquerello! :D
primo se si escludono ovvimamente quelli che facevo da bambina sulla carta per fotocopie :P

non è neanche venuto malissimo, sono felice!!! :D

la metto anche qui per la gioia di... ehm... beh, per la mia :P

lunedì 9 maggio 2005

per la bestiaccissima

Rearviewmirror

I took a drive today
Time to emancipate
I guess it was the beatings made me wise
But I'm not about to give thanks, or apologize
I couldn't breathe, holdin' me down
Hand on my face, pushed to the ground
Enmity gaged, united by fear
Forced to endure what I could not forgive...

I seem to look away
Wounds in the mirror waved
It wasn't my surface most defiled
Head at your feet, fool to your crown
Fist on my plate, swallowed it down
Enmity gaged, united by fear
Tried to endure what I could not forgive

Saw things  (4x)
Clearer  (2x)
Once you, were in my...Rearview mirror...

I gather speed from you fucking with me
Once and for all I'm far away
I hardly believe, finally the shades...are raised...hey...

Saw things so much clearer  }
Once you, once you...       }  (3x)
Rearview mirror             }

Saw things so much clearer
Once you...oh yeah...

 

(pearl jam)

giovedì 5 maggio 2005

...

Così si comportarono Spartani e Tespiesi; ma il più eroico si dice che fu lo spartano Dienece. Raccontano che prima dello scontro un uomo di Trachis gli disse che quando i barbari avrebbero scagliato le loro frecce avrebbero oscurato il sole, tanto grande era il loro numero. Ma lui non si fece minimamente impressionare e non curando la superiorità numerica dei Persiani disse che quelle erano ottime notizie, perché se i Persiani oscuravano il sole, avrebbero potuto combattere all'ombra. Queste ed altre consimili parole si dice che abbia lasciato Dienece in ricordo di sé.
(Erodoto, Storie, VII, 226)

lunedì 2 maggio 2005

acqcqcqcqcqcqcqcquerelli

gh :D
sono contenta come una bambina deficiente  :D
dopo il salasso degli acquerelli e della carta (il mio portafogli non ha mai sofferto così tanto!!), oggi ho cominciato a creare...
la mia prima volta col colore! dobbiamo ancora conoscerci meglio, ma so che con un po' di frequentazione assidua riusciremo ad andare d'amore e d'accordo.
come accade ogni "prima volta", un sacco di incertezze, errori, paura... ma un tale piacere! :D
non vedo l'ora di finire il disegno :)

zono felice :D

giovedì 21 aprile 2005

strano

sto bene. sto veramente bene.
doveva essere qualche secolo che non mi succedeva.

cazzo, sto bene!

mercoledì 20 aprile 2005

ci si prova? o proviamoci!

sto spazio morirà velocemente come scatoloni accatastati... ma tant'è... nel frattempo mi ci diverto un pochino! :)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...